Relazione di Coppia al tempo del Covid-19

Relazione di Coppia Covid-19

Il Covid-19 ha stravolto le nostre vite, le nostre abituali attività e progettualità, facendo scaturire in tutti noi ansia, depressione e frustrazione, costringendoci a difendere la nostra salute e quella degli altri da un nemico invisibile ma potenzialmente letale.

Questo virus ha cambiato la nostra economia intrapsichica, ci ha messo tutti alla prova, e soprattutto ha cambiato le dinamiche abituali della coppia perché ha costretto i non conviventi a vivere l’amore a distanza e agli abituali conviventi ad una vicinanza forzata, per cui anche le coppie più pacifiche e collaudate ne hanno risentito. Ciò perché in genere non siamo abituati a trascorrere così tanto tempo insieme e soprattutto costretti in uno spazio tempo non voluto da noi.

Attenzione, non è il momento di pensare e ripensare alla qualità del rapporto di coppia, magari cercando delle risposte ad atteggiamenti del partner presenti o, peggio ancora, passati.

È opportuno assolutamente evitare il riacutizzarsi di vecchie incomprensioni o rancori soltanto sopiti e non risolti. Non è dunque il tempo di cercare di chiarire o risolvere le tensioni o alcune situazioni mai digerite nella coppia.

Ricordatevi: Non è il caso di creare aggiuntivi nervosismi!

È permesso riattivare la memoria soltanto per rintracciare un’attività o qualcos’altro che ci piaceva fare insieme al nostro partner all’inizio della relazione, cercando di ricreare quell’atmosfera giusta per riproporla. Ciò servirà per dare nuova intimità e complicità magari un po’ sopite dalla quotidianità che stiamo vivendo. Tutto ciò, senza ovviamente, pretendere che l’altro ci segua in questa nostra proposta per non costringere l’altro a sintonizzarsi per forza su un pensiero che in quel momento non sente. È importante non gravare troppo sull’altro né con pensieri negativi, né con quelli positivi. In genere a rendere bello il rapporto di coppia è la condivisione di quello che ognuno ha fatto durante la giornata per conto proprio, in autonomia.

Quindi è bene che ognuno si concentri sulle sue mansioni domestiche oppure sulla futura ripresa lavorativa. È importante ritagliarsi un proprio spazio di azione o pensiero e soprattutto è importante rispettare quello dall’altro.

Seguimi su Facebook